Inchiesta amianto in teatro, due indagati pagano ed estinguono i reati a loro carico 12 Mar. 2011 •

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Due dei nove indagati per la vicenda dell'amianto nel teatro di Alessandria sono usciti di scena dalle indagini in corso. L'ingegnere Claudia Canepa, incaricata di seguire la bonifica dell'amianto dai locali caldaie del teatro e Pier Ugo Ferrari, coordinatore della sicurezza, riferisce il quotidiano La Stampa, hanno chiesto di estinguere i loro reati pagando una sanzione.

Questa possibilità è stata concessa poichè il loro incarico è terminato. Per gli altri sette indagati l'inchiesta prosegue. Nei giorni scorsi in Procura sono stati ascoltati i vertici della Switch 1988, la ditta genovese che ha effettuato i lavori in teatro, su incarico di Lorenzo Repetto, consigliere del Teatro.

Non hanno invece parlato gli altri indagati alessandrini: lo stesso Lorenzo Repetto, la presidente del Teatro Elvira Mancuso, il presidente del Collegio Revisori Gianni Cazzulo e l'assessore di Valenza Paola Bonzano.


Elena Rossi